Sign In

Nuovo Bando Confidi – il Consiglio Regionale respinge la Mozione del M5S e lascia le imprese lombarde ancora in attesa di 25 milioni di euro già stanziati ​​

«Verrebbe da ridere, se non ci fosse da piangere»: così Dario Violi, consigliere del M5S Lombardia, ha commentato l’odierna bocciatura, da parte del Consiglio regionale, della Mozione con cui chiedeva l’immediata apertura di un tavolo di confronto per sbloccare i 25 milioni di euro già stanziati per favorire l’accesso al credito delle imprese lombarde; risorse che oggi giacciono inutilizzate nei forzieri della Regione dopo che l’Assessore alle Attività produttive, Ricerca e Innovazione – Mauro Melazzini – ha sospeso e modificato unilateralmente i criteri di un bando che egli stesso aveva fatto deliberare dalla Giunta. 

«È da tre settimane che “inseguiamo” Melazzini con una Mozione Urgente; finalmente l’Assessore si è degnato di risponderci, ma la sua risposta ci sembra solo una presa in giro: un tentativo di negare l’evidente volontà di favorire ulteriormente quei soggetti – cioè i grandi confidi – che già erano stati avvantaggiati nella versione originaria del bando; e se questo significa bloccare i soldi già stanziati e rischiare che nuovi ricorsi impediscano alle imprese di ottenere il credito di cui disperatamente hanno necessità: beh.. pazienza!». 

«Gli altri gruppi politici hanno votato contro la mozione perché – da un lato – vicini agli interessi di alcuni dei soggetti coinvolti o perché – dall’altro – costretti dalla disciplina di coalizione a non approvare un documento che avrebbe senz’altro provocato contraccolpi nella maggioranza. Noi però non molliamo, confidando che a breve la Commissione Attività produttive intervenga, come da nostri solleciti, su una vicenda dove, purtroppo, la retorica pro-impresa sembra solo un paravento per promuovere i soliti interessi clientelari».

​​​
Sopra Tutto Impresa
Casartigiani
AIME
A.L.P.I.
Regione Lombardia
E.I.F. European Investment Fund